Rialto: il mercato di Venezia

13 Mag 2015
Rialto: il mercato di Venezia

Tappa imperdibile per turisti e curiosi, Rialto è il cuore pulsante di Venezia. Il suo mercato, il più antico della città, è allo stesso tempo meta turistica ma anche luogo dove il tempo sembra essersi fermato.

 Ogni angolo di questa zona sembra intrisa di storia e ogni scorcio rivela paesaggi veneziani ineguagliabili. Vi state chiedendo quando e come è nato? 

Rialto è uno dei più antichi nuclei abitati di Venezia, che non a caso prima di chiamarsi Venezia, era anche detta Rivoalto, poiché il fulcro della vita cittadina si trovava proprio sulla sponda occidentale del Canal Grande. Proprio in questa zona fu costruito un primo ponte di barche per collegare le due sponde del canale, che fu poi sostituito da un ponte in legno ed infine dal famosissimo Ponte di Rialto.

 Proprio nel 1500 prese infatti avvio un progetto edilizio che creò gli spazi e gli edifici che ancora oggi vediamo: Palazzo dei Camerlenghi, i palazzi dei Consoli e dei Sopraconsoli dei Mercanti, le Fabbriche Vecchie e infine, nel 1591 il Ponte di Rialto.  A questi si sommò la nascita di numerosi magazzini, depositi ma anche negozi, banchi ed assicurazioni. Furono tutti questi edifici, soprattutto quelli pubblici più grandi e strutturati con portici, a definire lo spazio dei mercati così come ancora oggi lo vediamo.  Nacque l’Erbaria per gli ortaggi, la Naranzeria per la frutta, la Beccaria per la carne, la Casaria per i formaggi, la Pescaria per il pesce, la Ruga dei Oresi per il pesce e la Ruga dei Spezieri per le spezie provenienti da Oriente.

 Lungo queste piazze e attraverso questi stretti vicoli si può davvero respirare la storia di Venezia… Il mercato di Rialto è infatti uno dei pochi posti che nonostante l’interesse turistico, ha saputo mantenere la genuinità del suo legame con il territorio. E’ qui che i veneziani vengono a fare la spesa ogni mattina, ed è sempre qui che oggi così come un tempo giungono i prodotti ortofrutticoli provenienti dalla campagna dell’entroterra.

Altri articoli